Paura da Covid-19? La kinesiologia aiuta a gestirla

Articolo di · 23 aprile 2020 ·

Stress e timori possono indebolire il nostro sistema immunitario: la kinesiologia si prende cura dell’individuo aiutandolo ad armonizzare la mente e il corpo.

La kinesiologia è una disciplina olistica che considera l’individuo nella sua interezza e globalità. Nella sua concezione, tutti i disagi sono il risultato di un accumulo di stress fisico o emotivo, funzionale o ereditato che può, nel tempo, generare problematiche fisiche. I riequilibri kinesiologici hanno lo scopo di rilevare e correggere questo accumulo apportando benefici a tutti i livelli, incoraggiando il potere rigenerativo del corpo e della mente qualunque siano i disagi manifestati.

Mai come in questa situazione di emergenza sanitaria da Coronavirus, le persone sono sottoposte a un forte stress emotivo e fisico. I sentimenti maggiormente percepiti sono paura e preoccupazione per il contagio, per il futuro a livello economico e sociale che portano alla mancanza di centratura che rende difficile mantenere un giusto e salutare distacco dalla situazione attuale.

“La paura è l’emozione che secondo la medicina tradizionale cinese, e quindi anche in kinesiologia, è associata al

Cinzia Meschia – Kinesiologa

meridiano del rene che è sede dell’energia vitale, necessaria per lo sviluppo ed il mantenimento del nostro corpo – afferma Cinzia Meschia, kinesiologa In alcune occasioni, la paura è necessaria perché ci difende ma, se è eccessiva, ci conduce ad un livello di stress sempre più alto con sovrapproduzione di adrenalina e soprattutto di cortisolo che ostacolano il rilassamento e il dormire bene esaurendo infine l’energia delle nostre ghiandole surrenali con il “meccanismo lotta o fuga” e conducendoci alla fase di esaurimento, il terzo step dello stress. La kinesiologia fornisce semplici esercizi che vorrei trasmettervi perché si possono ripetere comodamente a casa e che ci aiutano a riportare il nostro sistema in equilibrio”.

Ma facciamo un passo indietro spiegando cosa è la kinesiologia e di cosa si occupa.

“La kinesiologia interviene riequilibrando l’organismo – afferma Meschia – utilizzando un vasto numero di tecniche e rimedi dolci, naturali e non invasivi nel pieno rispetto dell’ecologia della persona con digitopressione, frequenze sonore o cromatiche, essenze vibrazionali, oli essenziali, sali minerali e altro ancora. In questo modo la persona viene aiutata a ripristinare le sue risorse naturali, a ristabilire il suo equilibrio, a migliorare il proprio stile di vita, riconquistare il benessere fisico, mentale, emozionale, la capacità di apprendimento, quella relazionale, di comunicazione, le performances ed altro ancora, in base alle esigenze e le necessità individuali”.

Il benessere della persona secondo la kinesiologia si fonda su tre aspetti fondamentali e strettamente correlati tra loro che, se in equilibrio, fanno sì che la salute e la vitalità si esprimano pienamente. La migliore rappresentazione di questo equilibrio è data dal “triangolo della salute” nel quale un lato rappresenta l’aspetto strutturale/fisico (sistema fasciale muscolo scheletrico), un altro lato l’aspetto biochimico/nutrizionale (fisiologia e biochimica degli organi e dei sistemi) e il terzo lato l’aspetto emotivo/mentale. Il tutto è governato e gestito dal sistema energetico dei meridiani della medicina tradizionale cinese. Se tutti gli aspetti sono in equilibrio, il triangolo è equilatero. Se uno di questi aspetti è in disequilibrio, questo si rifletterà su tutto il sistema causando disagi anche sugli altri lati del triangolo.

“Per aiutare a capire meglio questo meccanismo, secondo la medicina tradizionale cinese (MTC) i meridiani sono dei canali virtuali che servono per trasportare l’energia vitale in vari settori del corpo – afferma Meschia – “Ogni meridiano parte da un preciso punto del corpo ed arriva ad un altro”.

La kinesiologia nasce a metà degli anni ’60 negli Stati Uniti dal Dr. Goodhearth, chiropratico americano, che constatò che alcune stimolazioni effettuate direttamente su un muscolo debole o su aree ad esso riflesse lo rafforzano e che la debolezza ricorrente di alcuni muscoli è riconducibile a uno stato di disequilibrio energetico di determinati organi e strutture del corpo. Dedusse quindi che esistono sul corpo dei “pulsanti” che permettono di riportare in equilibrio i sistemi energetici e organici.

Una seduta di kinesiologia si basa su test muscolari che si eseguono con la persona, sdraiata o seduta sul lettino, per verificare lo stato di benessere, il livello di energia, dei suoi sistemi, organi e apparati. Questa disciplina si è mostrata un valido sostegno in ambito fisico-posturale, emotivo-mentale, relazionale, per la gestione dello stress, la concentrazione, l’attenzione, l’apprendimento, le capacità didattiche, l’autostima, le performance sportive e il rapporto con il cibo.

In questo momento di stress elevato, di isolamento fisico richiesto per contrastare il contagio da Coronavirus, la kinesiologia offre degli esercizi da poter svolgere in autonomia a casa che aiutano a ripristinare una condizione di equilibrio e di serenità.

“Dobbiamo fare qualcosa per noi stessi che ci mantenga sereni, di buon umore, fiduciosi e forti – afferma Meschia – In un’unica espressione, questo significa rafforzare il nostro sistema immunitario. Con la kinesiologia vorrei suggerirvi qualche facile esercizio, che spiegherò di seguito, per ridurre ulteriormente la paura, la mancanza di centratura che porta molte persone a non mantenere un giusto e salutare distacco dalla situazione attuale. La paura è l’emozione che secondo la kinesiologia è associata al meridiano del rene che è sede dell’energia vitale, necessaria per lo sviluppo ed il mantenimento del nostro corpo”.

Esercizio per rafforzare l’energia del rene

 

  • Per rafforzare l’energia del rene e del suo meridiano, possiamo stimolare i suoi riflessi neurovasacolari: con i polpastrelli delle dita e con una leggerissima pressione alziamo la pelle in corrispondenza dei punti che si trovano sulle protuberanze occipitali e manteniamo un contatto delicatissimo per un tempo variabile tra i 30” e 10’ per stimolare la circolazione sanguigna ed il flusso di energia verso i reni.

 

 

  • Esercizio per stimolare il riflesso neurovasacolare

    “Per potenziare invece l’energia delle ghiandole surrenali e del meridiano del triplice riscaldatore ad esse correlato – continua Meschia – stimoliamo  il suo riflesso neurovasacolare: con i polpastrelli delle dita con una leggerissima pressione alziamo la pelle in corrispondenza della fontanella posteriore che si trova sul retro della testa al centro della zona piatta.

 

 

 

  • Un ultimo esercizio riguarda l’alleviamento dello stress emotivo: sdraiamoci o sediamoci comodamente e appoggiamo i polpastrelli delle nostre dita sulle prominenze frontali, le bozze che si trovano a metà strada tra le sopracciglia e l’attaccatura originaria dei capelli. Tiriamo leggermente la pelle verso l’alto, manteniamo questo contatto mentre visualizziamo la situazione stressogena e lasciamo che il corpo

    Esercizio per alleviare lo stress emotivo

    manifesti ogni sensazione. Potremmo sentire, ad esempio, l’indolenzimento di una parte del corpo, o un’accelerazione del battito cardiaco. Prestiamo attenzione a quella parte del corpo, respiriamo e manteniamo il contatto sulle prominenze frontali fino a quando la sensazione sgradevole diminuisce e la mente va altrove. Facciamo un respiro profondo e lasciamo le prominenze. Questo esercizio costituisce una palestra mentale che se ripetuta costantemente, tutti i giorni, creerà in noi un modo diverso di affrontare la situazione procura stress: non cambiamo la realtà ma creiamo la giusta distanza da essa per mantenerci centrati.

12 Commenti

  • comment-avatar

    Ciaccia Rosanna

    Davvero molto interessante,soprattutto in questo momento così particolare. Conosco la dottoressa Meschia e so quanto sia preparata professionalmente e dotata di grande empatia nei confronti dei suoi pazienti.

    • comment-avatar

      Redazione

      Gentile Rosanna, grazie del commento. Intervistiamo esperti compententi per fornire ai lettori informazioni il più precise possibile.

  • comment-avatar

    Gabriella

    Articolo molto interessante per conoscere i vantaggi della kinesiologia che nn solo e’utile in questo momento ma in tt la vita .Complimenti Meschia

    • comment-avatar

      Redazione

      Ringraziamo per il commento positivo e la invitiamo a continuare a leggerci.

  • comment-avatar

    Taddia Fabio

    Molto interessante e utile.Complimenti e un sentito grazie alla dottoressa Meschia

    • comment-avatar

      Redazione

      Gentile Fabio, grazie. Cerchiamo sempre di fornire notizie utili o che offrano spunti di riflessione.

  • comment-avatar

    Marco Barutti

    Molto interessante

    • comment-avatar

      Redazione

      Grazie del commento che ci spinge a migliorare sempre di più questo blog.

  • comment-avatar

    Gabry

    Molto interessante

    • comment-avatar

      Redazione

      Grazie!

  • comment-avatar

    Lorenza Lampugnani

    Buona sera, ho letto l’articolo che parla della kinediologia, mi è piaciuto molto, mi ha dato delle informazioni molto pratiche e mi ha incuriosito. Grazie se ne farete altri le leggerò con curiosità

    • comment-avatar

      Redazione

      Gentile Lorenza, siamo contenti che l’articolo le sia piaciuto. Continuando a seguirci, speriamo trovi altri spunti di suo interesse. Il blog della Mutua sanitaria Cesare Pozzo è costantemente aggiornato con nuovi articoli.


Lascia un commento