L’importanza della postura corretta a tutte le età

Articolo di · 24 marzo 2017 ·

Il bambino o ragazzo raggiunge la maturità fisica solo intorno ai 20 anni, ma prima di questo momento il suo corpo si modifica in base alle esigenze subendo costantemente delle spinte di crescita molto forti; da qui l’importanza di educare i bambini ad assumere una postura corretta affinché si possono evitare problemi alla schiena in età giovanile, prevenire i dolori in età adulta; quando il fisico non riuscirà più a compensare, avremo i primi dolori alla colonna; dorsalgia, lombalgia, cervicalgia e dolori anche alle articolazioni, tutti sintomi di una postura scorretta.

Perchè stare attenti alla postura?

L’educazione a una postura corretta per bambini e ragazzi, è di primaria importanza: il mantenimento nel tempo di posture sbagliate è un grande fattore di rischio per problemi fisici presenti e futuri.

I bambini sono diversi dagli adulti: i bambini tendono a perdere la concentrazione molto facilmente, specialmente in un ambiente come la scuola che non sempre è in grado di affascinare i propri alunni; questi ultimi, di conseguenza tendono ad assumere posizioni del corpo che rispecchiano il loro stato d’animo e non tenere sempre, ad esempio, la schiena dritta.

Se ci pensate bene, i bambini sono famosi per mantenere posture strane, spesso poco corrette e parecchio scomode per un adulto che li guarda; tuttavia, grazie alla loro capacità di adattamento e di flessibilità, riescono a mantenerla senza incorrere nei tipici dolori che invece potrebbe riscontrare un adulto nelle stesse posizioni.
Una posizione del corpo scorretta mantenuta per un tempo prolungato può diventare un “atteggiamento posturale” e quindi potrà causare problemi: a scuola un bambino tende a rimanere fermo in posizioni sbagliate per molto tempo, spinto dalla noia, dalla stanchezza o del deficit muscolare; in questo modo, giorno dopo giorno la postura viene viziata ed in seguito mantenuta anche al di fuori del contesto.

I problemi posturali stanno diventando ogni giorno, più rilevanti per il dilagare del sovrappeso causato da situazioni sempre più sedentarie; proprio questo fattore porta a un deficit muscolare: immaginate una torre fissata a terra con due tiranti, cosa succederebbe se uno di questi perdesse la tensione? Probabilmente col tempo la stabilità della torre verrebbe meno. Per questo è importante prevenire i problemi, ove possibile, o limitare i danni cercando di fare quotidianamente degli esercizi posturali che vadano a stimolare i muscoli della schiena ed altri che ci aiutano a mantenere la giusta postura.

Una postura corretta abbiamo visto essere la base di una buona salute fisica sia dai primi anni di vita e raggiunge l’apice dell’importanza proprio nel periodo scolastico; per evitare problemi derivati da una postura scorretta è molto importante educare e sensibilizzare il bambino verso un atteggiamento posturale corretto non solo a scuola anche a casa, quando si studia, quando si sta a tavola, quando si sta sul divano ma anche, più semplicemente, mantenere la postura corretta in piedi comunque in tutti i luoghi in cui ci si trova. Tenere una postura corretta fin da giovani riduce il rischio di problemi articolari in età adulta e la possibilità di dover praticare esercizi di ginnastica posturale per correggere una postura scorretta.

a cura di Battista Baccanelli, Centro Radiologico e Fisioterapico Buenos Aires – Milano

author-avatar
Sull'Autore
Testi a cura dell'Ufficio Comunicazione della Mutua Sanitaria Cesare Pozzo

2 Commenti

  • comment-avatar

    Antonio Crispino

    Articolo molto interessante ma siccome l’argomento coinvolge molte persone, sarebbe stato utile mostrare anche visivamente degli esempi ed eventuali esercizi per la postura corretta

    • comment-avatar

      Redazione

      Buongiorno sig. Crispino,
      grazie mille per il suo intervento. Continui a seguire il nostro blog: nelle prossime settimane abbiamo in programma nuove pubblicazioni dedicati agli stili di vita e terremo senz’altro conto del suo suggerimento.
      Cordialmente,
      la Redazione


Lascia un commento